A Rio l’Italia è già medaglia d’oro

0

Mancano solo 2 giorni alla partenza dei giochi olimpici e l’Italia si prepara ad essere protagonista non solo nello sport. Negli ultimi mesi sono state innumerevoli le aziende del nostro paese sbarcate in Brasile per fornire supporto e occuparsi della costruzione degli impianti. Una tra tutte Piscine Castiglione, con sede a Matova, ha progettato e installato la bellezza di 12 vasche nelle quali si tufferanno e gareggeranno gli atleti durante i giochi. L’azienda, leader mondiale nella costruzione e vendita di piscine interrate ed esterne, ha esportato le proprie costruzioni in oltre 70 paesi in tutto il mondo ed è stata scelta come partner dalla Federazione di Nuoto.

Altra punta di diamante del Made in Italy a Rio è Mondo Sport & Flooring, azienda Piemontese di Alba, che in Sud America si è occupata della creazione dei rivestimenti delle piste di atletica. Questa la filosofia del gruppo che oggi è protagonista della sua undicasima olimpiade: “Ogni record conquistato sulle nostre piste e pavimentazioni sportive è il frutto di 65 anni di esperienza spesa nella ricerca continua di nuove soluzioni e nel superamento dei nostri limiti.”

Altra protagonista di fama mondiale sarà Thecnogym, con sede in Romagna, scelta come fornitrice ufficiale dei centri di preparazione atletica e degli impianti che ospiteranno le competizioni. In tutto l’azienda ha installato a Rio più di 1.200 attrezzi realizzati per tutte le discipline presenti ai giochi.

Non ci saranno solo impianti e attrezzature sportive, in Brasile si parlerà italiano anche sulle tavole degli atleti azzurri. Il CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) e la Coldiretti hanno siglato l’accordo #Riomangioitaliano che garantirà la presenza di cibo autenticamente tricolore nelle cucine dei nostri campioni e servirà a contrastare il fenomeno dell’italian-sounding (ovvero l’utilizzo di denominazioni geografiche, immagini e marchi che evocano l’Italia per promozionare e commercializzare prodotti per niente riconducibili al nostro Paese).

“Sui banchi dei supermercati e nei ristoranti del Brasile è possibile acquistare prodotti e piatti che – reclama la Coldiretti – richiamano in modo spudorato ai cibi più tipici dell’Italia senza avere nessuna delle caratteristiche qualitative, di sicurezza e di legame con il territorio nazionale. L’obiettivo di  #Riomangioitaliano – spiega Roberto Concavo, presidente Coldiretti – è far conoscere le caratteristiche distintive della produzione agroalimentare nazionale che hanno permesso all’Italia di conquistare la leadership internazionale per sicurezza, salubrità, qualità e sostenibilità ambientale. L’iniziativa punta sulla valorizzazione in cucina dei prodotti simbolo della dieta mediterranea Made in Italy, che per i suoi comprovati benefici per la salute e l’attività sportiva ha conquistato le tavole globali”.

A questo punto non ci resta che dire FORZA ITALIA e FORZA AZZURRI!

clicca mi piace
The following two tabs change content below.
Due mie passioni si incontrano qualche tempo fa, quella per la scrittura e quella per il mio paese, nasce così il Blog del Made in Italy. E come si potrebbe non amare l'Italia? [...] Io credo che ogni uomo abbia due patrie; l’una è la sua personale, più vicina, e l’altra: l'Italia (Henryk Sienkiewicz)

Ultimi post di Marco Tedesco (vedi tutti)

Rispondi

Benvenuto in Made Italia! Clicca