I super dazi di Trump contro la Vespa

0

Ne avevamo già parlato ad inizio anno quando, a pochi giorni dall’insediamento di Trump alla Casa Bianca, ipotizzavamo possibili danni alle esportazioni Made in Italy in seguito nuove direttive del neo Presidente. In pochi credevano all’analisi che stimava perdite nel nostro export per più di 300 milioni di euro. Oggi a poco più di due mesi di distanza e dopo le ultime dichiarazioni del presidente americano ci ritroviamo nuovamente a calcolare eventuali danni e questa volta gli USA sembrano far seriamente.

L’America è il primo partner italiano per esportazioni nette tuttavia Trump si dichiara pronto a tirare su altri muri, questa volta commerciali, verso l’Europa e l’Italia per vendicare la mancata apertura delle porte europee al manzo americano trattato con gli ormoni.

Come ha riportato il Wall Street Journal, infatti, il Presidente starebbe valutando l’imposizione di alcuni super dazi sull’importazione di un lotto selezionato di prodotti europei, con imposte di pedaggio del 100%. In Italia a subire gravi perdite sarebbe in primis la Vespa, simbolo del tricolore, prodotta dalla Piaggio.

Se confermata, la notizia sarebbe negativa per il gruppo guidato da Roberto Colaninno dato che le vendite di Piaggio negli Stati Uniti ammontano a circa il 5% del fatturato annuo e provengono esclusivamente dalle importazioni, poichè la società non ha impianti produttivi nel Paese.

E proprio oggi Piaggio accusa il colpo a Piazza Affari, dove è in discesa a seguito delle indiscrezioni provenienti da Oltreoceano. All’ora di pranzo il titolo è sceso del 3%, dopo essere salito del 20% nell’ultimo mese. L’azienda di Pontedera, tuttavia, si dichiara non preoccupata dai possibili dazi. Alcune fonti riferiscono che già a metà febbraio l’azienda ha partecipato assieme al CEO dell’AMA (American Motorcyclist Association) e ai responsabili di BMW, Ducati, KTM, Husqvarna a un ‘public hearing’ presso gli uffici dell’U.S. Trade Representative per spiegare le possibili ricadute dei dazi sull’economia e sull’occupazione locale.

clicca mi piace
The following two tabs change content below.
Due mie passioni si incontrano qualche tempo fa, quella per la scrittura e quella per il mio paese, nasce così il Blog del Made in Italy. E come si potrebbe non amare l'Italia? [...] Io credo che ogni uomo abbia due patrie; l’una è la sua personale, più vicina, e l’altra: l'Italia (Henryk Sienkiewicz)

Ultimi post di Marco Tedesco (vedi tutti)

Rispondi

Benvenuto in Made Italia! Clicca