ArcheoRov, il drone che esplora gli abissi

2

In un mondo ormai invaso dai droni volanti nasce in Trentino ed è pronto a farsi strada il primo drone subacqueo. Si chiama ArcheoRov, è stato progettato da WitLab, azienda con sede a Rovereto e ha tutte le carte in regola per diventar famoso.

Realizzato da Andrea Saiani ed Emanuele Rocco per esplorare i fondali marini, il drone può raggiungere una profondità di ben 100 metri. Può essere controllato da remoto tramite un computer, da un tablet o anche attraverso una boa wifi opzionale ed è concepito per essere arricchito da molteplici strumenti come PH tester, un termometro, fotocamera ad alta definizione, sonar, scanner 3D di fondali ed imbarcazioni e molto altro.

I due creatori hanno dichiarato di aver ricevuto in poco tempo richieste di svariato genere: “Da hotel sul mare che vogliono usarlo per i clienti per esplorare scogliere e relitti, a biologi che studiano comportamenti di specie bentoniche, dagli archeologi che vogliono fare ricerche sui fondali senza spendere ore sott’acqua, specie in ambienti estremi, riducendo i costi e i rischi di missione, alle associazioni per la protezione dell’ambiente“. Ma non solo: “ArcheoRov svolge un lavoro importante per la pulizia di fondali. Depositi di rifiuti, smaltimento illegale e sversamenti, possono essere facilmente individuati grazie al drone” – spiega Emanuele Rocco.

Ottimo sia per gli addetti ai lavori che per gli appassionati sarà lanciato, entro la fine dell’anno, su una piattaforma di crowdfunding con un prezzo di 2.500 euro. Ha dimensioni ridotte ed è trasportabile in un bagaglio creato appositamente.

clicca mi piace
The following two tabs change content below.
Due mie passioni si incontrano qualche tempo fa, quella per la scrittura e quella per il mio paese, nasce così il Blog del Made in Italy. E come si potrebbe non amare l'Italia? [...] Io credo che ogni uomo abbia due patrie; l’una è la sua personale, più vicina, e l’altra: l'Italia (Henryk Sienkiewicz)

Ultimi post di Marco Tedesco (vedi tutti)

Discussion2 commenti

Rispondi

Benvenuto in Made Italia! Clicca