Made in Italy 2016, sarà una grande annata

0
Salutato il vecchio anno è tempo di bilanci e di buoni propositi per il Made in Italy. Ecco ciò che è stato, ma soprattutto ciò che sarà.
Il 2015, pur essendo ancora un anno di forte crisi a livello mondiale, ha visto l’export di prodotti italiani in crescita con numeri che fanno ben sperare. L’Expo di Milano ha fatto da traino ad eventi ed azioni concrete da parte del Governo che hanno portato ad una maggiore consapevolezza di ciò che il Made in Italy rappresenta nel mondo.
Il nuovo anno comincia così pieno di aspettative e con la voglia di confermare e migliorare quanto fatto. Ecco cosa ci aspetta:
legge-stabilitàCon la legge di Stabilità per il 2016 verranno stanziati ben 351 milioni di euro per promuovere il Made in Italy, verrà favorita l’esportazione dei prodotti all’estero e la partecipazione delle aziende a fiere e mostre sui mercati esteri. Parte dei finanziamenti andranno alle imprese italiane che intendono innovare e svilupparsi tramite progetti di internazionalizzazione. Una spinta sostanziale all’economia e fondamentale per la crescita e l’evoluzione del mercato di prodotti italiani.
maurizio-martinaVerranno potenziate le campagne utili a sensibilizzare i mercati esteri e, a chi acquista italiano, a scegliere il prodotto autentico e non le sue contraffazioni. Sarà il 2016 l’anno della lotta al falso Made in Italy in continuo aumento che danneggia le nostre aziende. Tra le campagne promozionali portate avanti dal Governo verrà posta particolare attenzione al mercato americano. Dalle parole del ministro delle Politiche Agricole, Maurizio Martina, è possibile capire quanta attenzione viene posta ad una questione tanto delicata: “Per la prima volta concentreremo tante risorse su un’operazione strategica di informazione e la prima vera sfida sarà quella di far capire al consumatore americano che tra parmesan e parmigiano c’è una bella differenza. La campagna promozionale del cibo italiano negli Stati Uniti durerà per tutto il 2016 su vari momenti topici e contesti territoriali. Per questo abbiamo deciso di cominciare dal Texas perché le indagini di mercato eseguite hanno rilevato che in quello stato, con 50 milioni di abitanti, esiste la più alta domanda potenziale di prodotti agroalimentari italiani”.
acetoProprio a proposito di lotta contro le contraffazioni arrivano dalla Germania buone notizie per la tutela dell’Aceto Balsamico di Modena Igp. Dai Tribunali di Colonia e di Mannheim giungono le due sentenze che potrebbero rivelarsi uno storico precedente in ambito della tutela dei prodotti sul mercato comunitario: “Gli effetti prodotti sul mercato europeo dall’esito positivo delle cause terminate nel 2015 – ha spiegato il direttore generale del Consorzio di Tutela dell’Aceto Balsamico di Modena Igp, Federico Desimoni – si avvertiranno soprattutto nell’anno nuovo appena iniziato, foriero di importanti cambiamenti su tale fronte. Il nuovo contesto che si è venuto a creare, infatti, potrebbe portare all’eliminazione dal mercato comunitario di vari prodotti imitativi ed evocativi dell’aceto balsamico di Modena, aprendo così nuove possibilità di comunicazione e conseguentemente anche commerciali. E questo favorirà una percezione più corretta del nostro prodotto e ci permetterà di veicolare nuovi messaggi in grado di contribuire alla crescita della cultura dell’Aceto Balsamico di Modena Igp. Prevediamo anche per il 2016 un incremento del già elevatissimo tasso di esportazione, oggi superiore al 90% della produzione del 2015 pari a 95 milioni di litri per un fatturato stimato di oltre 700 milioni di euro al consumo. Ciò ci autorizza a brindare con uno sguardo positivo e propositivo al nuovo anno”.
Il 2016 sarà anche l’anno delle grandi fiere internazionali che ancora una volta si confermano come momenti di grande attrattiva per un pubblico sempre più ampio.
logoDal 13 al 15 Marzo 2016 la città di Monaco ospita MODA MADE IN ITALY, la seconda fiera internazionale della calzatura in Germania che dal 1993 si svolge nel centro espositivo MOC nella zona nord della città. La fiera offre significative opportunità di business per le aziende produttrici di calzature dall’Italia e da altri paesi europei, ponendosi come piattaforma specializzata d’incontro del settore moda e calzaturiero con gli operatori provenienti da Germania, Austria, Svizzera e nord Europa.
logo_cibus2016Dal 9 al 12 Maggio 2016, nel Quartiere Fieristico di Parma, sarà la volta di Cibus, il Salone Internazionale dell’Alimentazione. Riservato agli operatori nel settore è l’evento di riferimento dell’agroalimentare italiano, una grande vetrina di visibilità internazionale con convegni e tavole rotonde su temi di attualità in ambito Food and Retail. Per il 2016 l’obiettivo è di confermare il successo di contenuti e di visitatori raggiunto nel corso dell’ultima edizione.
fashionTantissime le fiere dedicate al mondo fashion con Milano capitale indiscussa.
Si va dal salone del tessile (Milano unica), a quella degli accessori (Micam-Mipel), dalla fiera dell’occhialeria (Mido) a quella delle pelli (Lineapelle). I vari eventi in futuro potrebbero confluire in un’unica grande fiera così come auspicato dal viceministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda.
elkanParole di orgoglio e stima arrivano anche da Lapo Elkan, rampollo di casa Agnelli, che ha pubblicato sul proprio account di Instagram una vera e proprio dichiarazione d’amore nei confronti del Made in Italy: “Orgoglioso di essere Italiano, siamo il paese con il più alto potenziale al mondo, nel 2016 dobbiamo farlo vedere a tutti in tutto il mondo.”
Madeitalia.eu anche quest’anno si pone l’obiettivo di raccontarvi il Made in Italy, continuando con la stessa passione che ha contraddistinto il 2015. Insieme a voi e con intenti comuni possiamo contribuire alla crescita di uno stile e di un marchio che, oggi più che mai, necessità di supporto e slancio. Buon Anno da tutti noi e che sia un’annata Made in Italy.

 

clicca mi piace
The following two tabs change content below.
Due mie passioni si incontrano qualche tempo fa, quella per la scrittura e quella per il mio paese, nasce così il Blog del Made in Italy. E come si potrebbe non amare l'Italia? [...] Io credo che ogni uomo abbia due patrie; l’una è la sua personale, più vicina, e l’altra: l'Italia (Henryk Sienkiewicz)

Rispondi

Benvenuto in Made Italia! Clicca