Presto alla vostra porta potrebbe bussare YAPE, il pony express hi-tech

0
Share

Yape è il nome del ”pony express” hi-tech – è l’acronimo di Your Autonomous Pony Express – realizzato da un’azienda italiana, la e-Novia, e viene presentato come il primo veicolo elettrico a guida autonoma progettato per le consegne a domicilio nell’ambiente urbano.

Si tratta quindi di un veicolo capace di attraversare strade e spostarsi sui marciapiedi in completa autonomia, sino a raggiungere il destinatario delle consegne, ed è dotato di un apposito vano porta pacchi che possono raggiungere un peso massimo di 70 chilogrammi.

Il mittente della consegna può chiamare a domicilio Yape tramite un’apposita app, indicando nella medesima anche l’indirizzo del destinatario. Il robot rileverà l’indirizzo e lo raggiungerà e, se il destinatario è registrato alla piattaforma di gestione di Yape, l’indirizzo sarà determinato automaticamente.

e-Novia ha previsto, inoltre, appositi accorgimenti per evitare che il pacco finisca nelle mani della persona sbagliata: la consegna è infatti condizionata al riconoscimento del volto effettuata dal robot.

Yape può raggiungere una velocità massima di 6 chilometri orari sui marciapiedi e di 20 chilometri orari sulle piste ciclabili. L’autonomia dichiarata è di 80 chilometri, mentre il sistema di trazione è articolato su due ruote che permettono di contenere il consumo di batteria, di migliorare l’agilità e di cambiare rapidamente direzione con un’inversione a 180 gradi del senso di marcia.

Non mancano accorgimenti che permettono a Yape di interagire con l’ambiente urbano: videocamere e laser dialogano con i sensori installati nelle città (es. quelli semaforici per il monitoraggio del traffico) e permettono di rilevare e riportare su una mappa i incidenti, buche, cantieri ed altri ostacoli presenti lungo il percorso – il robot svolge di fatto un’attività di micromapping i cui dati possono essere utilizzate dai gestori dei servizi urbani.

I primi test su strada saranno effettuati a partire da settembre prossimo, mentre la prima flotta di veicoli sarà operativa a dicembre 2017. Non è però chiaro in quali aree geografiche verranno svolte tali prove. Il comunicato stampa ufficiale di e-Novia fa riferimento, senza per ora svelarne il nome, ad un’importante azienda che opera nel settore dell’e-commerce e che collaborerà per la realizzazione del progetto.

fonte hdblog.it

Bonus 18APP

Carta del docente

clicca mi piace
The following two tabs change content below.
Due mie passioni si incontrano qualche tempo fa, quella per la scrittura e quella per il mio paese, nasce così il Blog del Made in Italy. E come si potrebbe non amare l'Italia? [...] Io credo che ogni uomo abbia due patrie; l’una è la sua personale, più vicina, e l’altra: l'Italia (Henryk Sienkiewicz)
Share

Rispondi

Benvenuto in Made Italia! Clicca